Non sono soddisfatto del mio lavoro.

L’insoddisfazione sul lavoro è spesso sintomo di desiderio di cambiamento, con il rischio però di non trovare il lavoro giusto che si cerca o si desidera.

Spesso, coadiuvati dai luoghi comuni che attanagliano la nostra quotidianità, non ci fermiamo a riflette cosa è più giusto per noi.

Esistono infatti quattro approcci al lavoro che formano la sociatà economica moderna, anche se negli ultimi tempi, grazie alla diffusione dei social, qualcosa sta cambiando.

Che tipo di persona/lavoro sei?

Ci sono 4 macro gruppi di come le persone si rapportano con il lavoro, ma come in tutte le cose possono esserci sfumature da una tendenza ad un’altra. La differenza è prendere coscienza del proprio approccio al lavoro e utilizzarlo come uno strumento di crescita.

Se ti ripeti spesso “Cerco un posto fisso, sicuro con un buono stipendio, indennità e sogno la pensione” quello che vuoi è un lavoro dipendente.

Se sei solito a dire “La mia tariffa oraria è di 35€, mi potete chiamare per fissare un appuntamento” oppure “Ho dedicato più di 20 ore a questo progetto e non ho ancora finito quindi farò anche questa notte in piedi” o ancora “non c’è nessuno che può farlo come lo faccio io”. In questo caso sei un libero professionista.

Se il tuo obiettivo è “Devo trovare un nuovo amministratore per gestire la mia società” nella vita fai l’imprenditore.

Se il tuo chiodo fisso è l’andamento del tuo flusso di cassa allora sei un investitore.

 

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: